Essere in forma


Essere in forma è una questione di “testa”


Con l’arrivo della bella stagione tutti sentiamo l’esigenza di sentirci “a posto” con il nostro corpo.
Proprio per questo motivo, vogliamo riproporre un’intervista fatta a Rossella Ruggieri, trainer del corso InForma Sempre, da Nello Acampora, direttore di HI-Performance.

Scopriamo alcuni suggerimenti per sentirci bene con noi stessi e raggiungere la forma fisica ideale.

Rossella, tu sei già una trainer di pnl, da dove è venuta l’idea di creare questo corso?
Da sempre sono stata appassionata di argomenti finalizzati alla crescita e al benessere personale , tra tanti trainer ammiro molto  Roy Martina, Richard Bandler, Robert Dilts e Anthony Robbins.  da cui spesso traggo spunti che applico alla mia vita personale.
Era un periodo che ero un po’ in sovrappeso e così ho cominciato ad applicare le tecniche che conoscevo su me stessa, ottenendo ottimi risultati.
Moltissime persone, notando il mio cambiamento, cominciavano a chiedermi consiglio e così è nato il seminario InForma Sempre, che ha come obiettivo proprio quello di acquisire gli strumenti giusti per stabilire un rapporto sano con il proprio corpo.
Il nostro fisico rispecchia l’immagine interiore che abbiamo di noi stessi, per cui se impariamo a risolvere eventuali conflitti interni o abitudini HGH dannose per la nostra salute fisica e psicologica, saremo in grado di far funzionare alla perfezione  anche il nostro sistema metabolico.

 

Qualche consiglio per sentirsi bene con il proprio corpo?
Prima di tutto dobbiamo prendere consapevolezza che qualsiasi abitudine negativa che abbiamo acquisito possiamo modificarla.
Come dei vestiti che abbiamo portato per tanto tempo e che ora non ci rappresentano più possiamo “modificare” noi stessi come vogliamo.

Se, ad esempio, a causa di stress abbiamo mangiato troppe “schifezze” dobbiamo prendere consapevolezza che quella abitudine non ci appartiene e  che quindi siamo in grado di liberarcene.
Altra cattiva abitudine che spesso ci contraddistingue  (ereditata spesso dalle nostre nonne)  è quella di mangiare necessariamente tutto quello che abbiamo nel piatto. Dobbiamo mangiare quello che sente il nostro corpo: non siamo delle pattumiere.

 

Chi partecipa ai tuoi corsi?
Tutti coloro che desiderano ristabilire un rapporto equilibrato con se stessi, con il cibo e il  movimento fisico; chi vuole supportare delle diete, intese come modo di vivere sano, a livello psicologico, ma anche chi è troppo magro e desidera prendere qualche kg in più.

 

Ringrazio di cuore Rossella per il suo intervento e per i suoi “sani” suggerimenti.

Nello Acampora